Le mille luci di Las Vegas

Le mille luci di Las Vegas

“Las Vegas è una città da vedere almeno una volta nella vita”: quante volte ho sentito ripetere questa frase!

Dopo esserci stata, posso confermarlo (e ve lo dice una che odia il kitsch, che nei casinò si addormenta e che quando deve divertirsi “per forza” non si diverte mai!).

Anzi, dirò di più: Las Vegas è una città da vedere anche più volte nella vita!

Sorpresa: Las Vegas non solo mi è piaciuta, ma ci tornerei anche.

Forse perché più che aspettative da mantenere avevo curiosità da soddisfare, e da questo punto di vista Las Vegas non mi ha affatto deluso, tutt’altro.

Las Vegas non è solo una città, è un’esperienza antropologica e sociologica.

Slot machines Hotel Venetian
Slot machines all’Hotel Venetian

Cattedrale nel deserto

Tanto per cominciare c’è l’immenso colpo d’occhio quando il tuo volo notturno plana sulla città (arrivateci dopo che il sole è calato, ve lo consiglio): vedere le luci di Vegas che si stagliano come una figura geometrica in mezzo al buio del deserto del Mojave è uno spettacolo mozzafiato.

In altre città quando atterri vedi luci all’infinito, a Las Vegas vedi luci in un perimetro ben definito, e questo è affascinante e scioccante al tempo stesso.

Las Vegas vista dall'aereo
Le luci di Las Vegas viste dall’aereo

Poi, vedi le prime slot machine già nell’aeroporto e pensi “non ci credo!”, soprattutto quando ti accorgi che qualcuno effettivamente sta giocando a quelle slot machine (e ancora di più quando, al momento di ripartire, ti troverai ad essere tu quel qualcuno).

Durante il viaggio in taxi verso l’hotel poi scopri dal tassista che Las Vegas è una vera e propria città, con oltre 600.000 abitanti, scuole, ospedali e tutto quanto sia necessario all’uomo per vivere (non solo il superfluo e l’artificiale che ne fa la capitale mondiale dell’intrattenimento kitsch).

Oltre i grattacieli della via principale, lo “Strip”, la “striscia”, ovvero Las Vegas Boulevard South, c’è una sterminata periferia urbana di case basse e anonime.

Ecco, mi è rimasta la curiosità di scoprire la Las Vegas aldilà di Las Vegas, di vedere quello che succede oltre le luci abbaglianti dello Strip.

Las Vegas Strip
Luci sullo “Strip”

Dove alloggiare a Las Vegas

Alloggiare a Las Vegas è piuttosto economico: potrete dormire in suite principesche a prezzi super abbordabili, come abbiamo fatto noi all’hotel Venetian, di cui vi parlerò più sotto.
Il principio è che tutto il resto è venduto a caro prezzo, e che ovunque ci sono locali, bar e ristoranti di ogni tipo dove mangiare a tutte le ore, a prezzi piuttosto cari (e qualità ahimè inversamente proporzionale!)

Questi hotel immensi con migliaia di stanze dispongono di vere e proprie gallerie di negozi e ristoranti dove mangiare (dalla colazione alla cena allo spuntino notturno) e comprare, casinò e slot machine.

Quindi tenete conto che risparmierete sulla stanza e spenderete in tutto il resto, ma siete a Las Vegas e va bene così 😉

Galleria Hotel Venetian
Una galleria dell’Hotel Venetian

Dove mangiare a Las Vegas: cena con vista allo Stratosphere

Come dicevo, a Las Vegas i posti dove mangiare sono un’infinità, per ogni gusto, esigenza e palato, ma la qualità per la maggior parte è scarsa.
Un posto che però proprio non dovete perdervi è il ristorante “Top of the World” dell’Hotel Stratosphere: la qualità, soprattutto per i palati raffinati di noi italiani, è media, ma la vista sulla città è qualcosa di impareggiabile. Il locale si trova al 107esimo piano dell’Hotel Stratosphere e gira continuamente su se stesso a 360°. Prenotate il vostro tavolo e non ve ne pentirete.

Vista Las Vegas dallo Stratosphere
Vista su Las Vegas dallo Stratosphere
Vista Las Vegas Top of The World
Vista su Las Vegas dallo Stratosphere

In cima alla Stratosphere Tower si trovano anche attrazioni perfette per i più spericolati, tra cui il famoso Big Shot, con cui si viene letteralmente sparati in alto, legati a seggiolini, verso l’estremità più alta della torre. (Se ve lo state chiedendo: no, non l’ho fatto!)

Tour degli hotel di Las Vegas

Gioco d’azzardo (legalizzato) e matrimoni lampo: questi sono i motivi principali che portano le persone a Las Vegas.

Oltre a questo, però, c’è tanto di più.

Innanzitutto, dovrete dedicare almeno una giornata (ma non vi basterà) a fare un tour degli hotel di Las Vegas.

Lo Strip è infatti costellato a destra e a sinistra da hotel incredibili dalle ambientazioni più varie, pieni di attrazioni e sorprese da scoprire.

Percorrere lo Strip a piedi è divertente, ma dopo un po’ non ne potrete più, vista la lunghezza di questa strada (oltre 6 km): allora vi consiglio di optare per il bus monorotaia che percorre lo Strip e scendere e salire in corrispondenza degli hotel che volete vedere.

Ricordatevi di vestirvi a strati: il clima di Las Vegas è desertico quindi di giorno fa caldissimo, di sera la temperatura scende sensibilmente e in ogni caso all’interno degli hotel con l’aria condizionata non si scherza.

Una curiosità: all’interno di hotel e casinò non ci sono né finestre né orologi, così da far perdere ancor di più la cognizione del tempo (e, aggiungo, aumentare la sensazione di straniamento: dopo due giorni a Las Vegas comincerete a sentirvi strani, come se vi mancasse il contatto con l’autenticità della vita reale).

Ecco gli hotel da non perdere secondo me:

THE VENETIAN

L’hotel dove ho alloggiato a mio parere è il più scioccante di Las Vegas: completamente ispirato allo stile veneziano (sì sa, gli americani hanno un debole per la nostra città lagunare!), riproduce Venezia in modo incredibile, dagli interni veneziani al palazzo ducale, da Piazza San Marco a veri canali navigabili con gondole e gondolieri, il tutto sempre intervallato da locali e negozi di lusso.

Canali Hotel Venetian Las Vegas
I canali dell’Hotel Venetian
Gondole Hotel Venetian Las Vegas
Ponti e gondole
Piazza San Marco Hotel Venetian
La riproduzione di Piazza San Marco
Vista su Piazza San Marco Venetian
Vista su Piazza San Marco
Esterno Hotel Venetian Las Vegas
Esterno dell’Hotel Venetian
Palazzo Ducale Hotel Venetian
Riproduzione del Palazzo Ducale di Venezia
Esterno Hotel Venetian Las Vegas
Esterno dell’Hotel Venetian

Da tenere presente: quando vi troverete a prenotare l’hotel Venetian tramite portali web, può darsi che veniate rimandati all’Hotel Palazzo. Non chiedetemi perché ma Hotel Venetian e Hotel Palazzo sono la stessa struttura, anche se sul web risultano differenti, quindi potrete prenotare in ciascuno dei due (agli stessi prezzi) e sarete sempre al Venetian 🙂

CAESARS PALACE

Prima della costruzione del Venetian, il Caesars Palace era l’hotel più celebre a Las Vegas, completamente ispirato all’antica Roma e ai suoi fasti, con statue italiane e busti di Giulio Cesare, e la riproduzione della Fontana di Trevi.
Al suo interno, c’è uno spazio che riproduce le strade dell’Antica Roma, con tanto di pavimentazione tipica.
Sia qui che al Venetian anche il cielo è ricreato artificialmente, e cambia a seconda delle ore del giorno.

Fontana di Trevi Caesars Palace
Riproduzione della Fontana di Trevi all’esterno del Caesars Palace
Interni Caesars Palace Las Vegas
Interni del Caesars Palace
Riproduzione antica Roma Caesars Palace
Riproduzione delle vie dell’antica Roma

BELLAGIO

L’hotel che porta il nome della nostra Bellagio è una tappa da non perdere per il suo celebre spettacolo di fontane (le Bellagio Fountains) con giochi d’acqua dai getti altissimi, luminosi e accompagnati da musiche celebri.
Lo show si ripete ogni mezzora durante il giorno e ogni 15 minuti dalle 20 a mezzanotte (potete consultare gli orari esatti sul sito).

All’interno dell’hotel Bellagio è stato girato anche il film Ocean’s Eleven.

Hotel Bellagio Las Vegas
Hotel Bellagio
Bellagio Fountains Show
Lo show delle Bellagio Fountains

NEW YORK NEW YORK

Un altro hotel da non perdere è quello ispirato a New York, con tanto di Statua della Libertà. Vi assicuro che vi sentirete davvero nella Grande Mela, tra facciate delle case tipicamente newyorchesi e locali a tema. In questo hotel potrete farvi un giro sul Roller Coaster, le montagne russe che vi faranno urlare fino a svuotarvi i polmoni di aria.

Hotel New York New York Las Vegas
Hotel New York New York
Statua della Libertà e Roller Coaster
Statua della Libertà e Roller Coaster

EXCALIBUR

Questo hotel a tema fantasy è ispirato alla storia di Re Artù, non ci sono entrata ma le sue guglie colorate sono tutte da fotografare, soprattutto con lo sfondo di uno degli incredibili tramonti che regala Las Vegas.

Hotel Excalibur Las Vegas
Hotel Excalibur

PARIS

Impossibile resistere anche all’Hotel Paris, con una pazzesca ricostruzione della Tour Eiffel, su cui è possibile salire.

LUXOR

Da non perdere anche il Luxor Hotel, a forma di piramide egizia, con tanto di riproduzione gigantesca della Sfinge.

Show imperdibili

Las Vegas è nota anche per ospitare show di cantanti e performer resident, che si stabiliscono in città per un anno e si esibiscono quasi ogni sera (noi abbiamo trovato Cher e Celin Dion): sicuramente è un’opportunità da non perdere per poter vedere i concerti di queste star. In alternativa, ci sono molti altri spettacoli tra cui poter scegliere: noi abbiamo optato per  il Cirque du Soleil ma in una versione un po’ particolare, tra erotico,burlesque e fantasy. Lo spettacolo si chiama Zumanity e ve lo straconsiglio (peccato che durante lo show sia vietato fare foto!).

Oltre Las Vegas

Una notte a Las Vegas è decisamente troppo poco. Vale la pena passare un po’ più tempo in questa città anche per scoprire ciò che offrono le zone che la circondano.

In particolare, tra le escursioni che si possono fare la più gettonata è quella in elicottero sopra il Grand Canyon, ma nelle vicinanze sono da vedere anche il Red Rock Canyon, dal suggestivo colore rosso, la Diga di Hoover (Hoover Dam), e, un po’ più lontana ma assolutamente affascinante, la Death Valley.
Inoltre, non dimentichiamoci che a circa 150 miglia da Las Vegas si trova l’Area 51, la base militare super segreta che cela misteri e teorie sull’esistenza degli alieni. Se amate il genere, potete andare a dare un’occhiata!


Related Posts

Texas: Dallas e Fort Worth tra grattacieli e cowboy

Texas: Dallas e Fort Worth tra grattacieli e cowboy

What are you doing in Dallas? “We’re going to Dallas” , diciamo alla fidanzata texana di un nostro amico a Los Angeles. “Wow, I’m from Dallas! You will eat wonderful steaks! – ci risponde lei, e visto che la nostra reazione non è molto entusiasta: “And […]

Il mio 2017 in viaggi: bilancio di fine anno

Il mio 2017 in viaggi: bilancio di fine anno

Come ho scritto qualche giorno fa su Instagram, le vacanze di Natale mi mettono sempre un po’ di agitazione. Con questo periodo dell’anno ho un rapporto di amore-odio: se da un lato adoro l’atmosfera natalizia, dall’altro la sospensione della routine, il riposo obbligato, le aspettative […]



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *