una dose quotidiana di bellezza

una dose quotidiana di bellezza

my Sicily, my travels

Recent Posts

Dove mangiare a San Pietroburgo: 5 ristoranti che vi consiglio

Dove mangiare a San Pietroburgo: 5 ristoranti che vi consiglio

Dopo il post in cui vi ho raccontato le mie 12 verità su San Pietroburgo, come promesso oggi vi parlo di dove mangiare a San Pietroburgo.

Come già anticipato tra me e la cucina russa non è esattamente amore: non amo il caviale né le ostriche, odio le aringhe, non mangio carne e non nutro una particolare simpatia per panna acida, gelatine e funghi. Capite bene che gran parte degli ingredienti tipici russi sono esclusi in partenza dal mio piatto!

Nonostante questo a San Pietroburgo ho mangiato bene, perché sono riuscita a scovare una serie di posticini deliziosi dove mangiare cose decisamente in linea con i miei gusti.

Vi consiglio di prendere nota se avete in programma un viaggio a San Pietroburgo, perché avere degli indirizzi di ristoranti validi vi sarà utilissimo: per tutti i motivi che vi dicevo nel post precedente, non sarà facile trovare i ristoranti mentre siete in giro (e soprattutto capire come arrivarci, come impostare gli indirizzi sul navigatore o come comunicarli al tassista!).

Dunque segnateveli, con i rispettivi nomi e indirizzi in russo 😉

Quelli che vi propongo non sono locali “tipici” russi: lo ammetto, per quanto ami sperimentare nuovi sapori, se una cucina mi attrae poco preferisco cercare qualcosa che sia più consono ai miei gusti anziché sforzarmi di adeguarmi allo standard locale.

L’eccezione e il compromesso tra i miei gusti e quelli russi sono le zuppe: le ho mangiate in due occasioni e mi sono piaciute entrambe, in particolare quella tipica di barbabietola, che in estate si trova sia calda che fredda e che vi consiglio di assaggiare.

Ma basta chiacchiere, ecco i 5 locali che vi consiglio:

1) 48 chairs Jazz bar & Restaurant

Ne parlo per primo perché il “48 chairs” (48 Stul’yev,  48 стулья) è il primo ristorante dove siamo andati, la prima sera che siamo arrivati a San Pietroburgo. Si trova in una traversa della Prospettiva Nevsky (Bolshaya Konyushennaya Street, 2) e probabilmente è il più russo di tutti e cinque i posti di cui vi parlerò in questo post. Il locale è molto molto carino, dall’atmosfera vintage e con musica jazz dal vivo. Peccato solo che quando siamo arrivati (intorno alle 22.15) stavano per chiudere la cucina e quindi abbiamo dovuto scegliere i piatti in fretta. A tal proposito, vi consiglio di non andare a cena oltre 22 perché nonostante San Pietroburgo sia una metropoli internazionale e ci siano certamente posti dove si mangia fino a molto tardi, in tanti ristoranti la cucina invece chiude verso le 22.30 anche durante le notti bianche, quindi è meglio non sforare troppo. Da “48 chairs” abbiamo assaggiato ottime zuppe.

2) Sicaffe Coffee & Strudels

Siamo arrivati al Sicaffè grazie al caro Tripadvisor. Cercavamo un posto dove mangiare qualcosa all’uscita dall’Hermitage: erano le 16.30 e volevamo una specie di pranzo-merenda. La guida Lonely Planet ci aveva scoraggiato dal pranzare all’Hermitage, definendo l’unico bar del museo un “anonimo bar”. In effetti, lo pseudo chiosco che abbiamo trovato all’entrata non era per niente invogliante! Però come avevo scritto nel post pre-partenza la mia guida era aggiornata al 2015 e dentro l’Hermitage abbiamo trovato alcuni nuovi caffè molto carini, probabilmente aperti dopo il 2015. Il problema è che quando li abbiamo trovati non era ancora l’ora giusta per pranzo e dopo, viste le dimensioni del museo, tornare indietro a cercarli ci sembrava un’impresa impossibile, così abbiamo aspettato di finire la visita e siamo usciti in cerca di un locale. All’interno dell’Hermitage si può usufruire di 15 minuti di connessione wifi gratuita, così cercando velocemente su Tripadvisor avevo trovato il Sicaffè, che mi ispirava molto, ma non avendo internet fuori sembrava impossibile trovarlo, eppure, andando un po’ a intuito e aguzzando la vista, sono miracolosamente riuscita a trovare il Sicaffè (Gorokhovaya St, 2/6)!
L’aspettativa è stata pienamente soddisfatta: è un caffè spazioso, con connessione wifi gratuita, dove mangiare piatti semplici ma gustosi e vegetariani, come insalate, centrifugati e i deliziosi strudel dolci o salati che sono la loro specialità! Perfetto per pranzo, colazione o merenda. Il personale inoltre parla inglese ed è gentilissimo.

Insalata e centrifugato al Sicaffè
Insalata e centrifugato al Sicaffè
Strudel con verdure al Sicaffè
Strudel con verdure al Sicaffè
Tortini di patate con salmone e panna acida al Sicaffè
Tortini di patate con salmone e panna acida al Sicaffè

3) Schastye (СЧАСTЬE) Bar & Restaurant

Lo Schastye è diventato subito uno dei nostri posti preferiti a San Pietroburgo, ci siamo tornati due volte. Il locale è vicinissimo alla cattedrale di Sant’Isacco (Rubinshteina st., 15/17) ed è perfetto sia per pranzo (fantastico stare seduti nella spazio esterno nelle giornate calde), sia per cena, con un ambiente molto cool e perfettamente bilanciato sia come luci che come musica.
Si mangiano caviale, formaggi, hamburger, insalate, piatti di pesce, centrifugati e ottimi dolci. Tutto davvero buonissimo! I camerieri sono super gentili, svegli e parlanti inglesi (ci hanno regalato anche due deliziosi bon bon al cioccolato), e si può usufruire del Wifi.

Insalata di mare al ristorante Schastye San Pietroburgo
Insalata di mare allo Schastye
L'atmosfera dello Schastye di sera
L’atmosfera dello Schastye di sera

4) Mansarda (Мансарда)

A pari merito con lo Schastye tra i miei ristoranti preferiti di San Pietroburgo metto senza dubbio il “Mansarda” (Pochtamtskaya Ulitsa, 3 – ул. Почтамтская, д. 3–5), un po più impegnativo in termini economici ma definitivamente uno dei ristoranti più fighi della San Pietroburgo attuale, nonché uno dei luoghi simbolo del cambiamento della città. È molto grande (un open space di oltre 1000 metri quadri), con grandi vetrate e una vista stupenda sulla città: si trova infatti all’ultimo piano della sede direzionale della compagnia di gas naturale Gazprom. Sia la sede dell’azienda sia il ristorante sono stati realizzati dal prestigioso studio italiano di architettura Piuarch, nell’ambito del business centre “Quattro corti” per il Ginza Project. Noi siamo andati vestiti abbastanza easy ma c’erano persone vestite piuttosto eleganti. La cucina del ristorante Mansarda è internazionale, europea e asiatica: si trova anche il sushi, ma anche cose tipiche russe riadattate a palati internazionali e ovviamente ostriche e caviale. Ci sono ottimi piatti di pesce, il servizio è efficiente e gentile e l’ambiente davvero cool. Da non perdere per una cena “seria”!

Cena ristorante Mansarda
Gazpacho, insalata di capesante, sushi e verdure al ristorante Mansarda

5) Marketplace

Marketplace è una catena con due locali lungo la Nevsky Prospekt  (civico 24 e civico 92) e diversi locali in tutta la città. È una specie di self service dove si servono piatti russi rivisitati, piatti orientali e internazionali e tante opzioni vegetariane. Ho assaggiato qui la zuppa di barbabietola!
È un po’ complicato capire il funzionamento del self service (volevo  assaggiare qualcosa dal bancone del cibo asiatico ma non si capiva se dovevo fare un nuovo scontrino, alla fine ho rinunciato) e chiedere info sui piatti perché solo in cassa parlavano inglese, però nel complesso hanno una vastissima scelta di cose buone e il locale è davvero molto carino e con wifi free. Super consigliato per pranzo.

Bancone ristorante Marketplace San Pietroburgo
Uno dei banconi del ristorante Marketplace
Zuppa di barbabietola russa ristorante Marketplace
Zuppa di barbabietola